Test dell’acqua dell’acquario di acqua dolce

Il mantenimento di una buona qualità dell’acqua è la componente più importante nel sostenere un acquario in salute. Sembra semplice da fare, ma la maggior parte degli acquariofili devono scoprire rapidamente come mantenere alta la qualità dell’acqua che è uno degli aspetti più impegnativi dell’hobby del’acquariofilia. L’acqua può avere una vasta gamma di caratteristiche chimiche e minerali, soprattutto quando esce dal tuo rubinetto. L’acqua è un composto chimico, e la chimica non è una scienza semplice.

Test dell'acqua per acquario della JBL

Test dell’acqua per acquario della JBL

Le basi della chimica dell’acqua

Il termine “chimica dell’acqua” si riferisce alle proprietà chimiche dell’acqua in acquario. Queste proprietà possono includere il pH, la durezza totale dell’acqua, la durezza carbonatica, l’ammoniaca, nitriti e i livelli di nitrati. Tutte queste proprietà variano a seconda di dove si ottiene l’acqua che si utilizza per riempire l’acquario e come viene trattata in anticipo (o se non si tratta affatto).

Misuratore pH Tester

Misuratore pH Tester

La maggior parte degli appassionati di acquari utilizzano l’acqua del rubinetto per riempire il loro acquario. Purtroppo, l’acqua del rubinetto contiene elementi che possono essere dannosi per i pesci. Per rimuovere questi elementi nocivi è necessario un ciclo dell’acqua usando un sistema di filtrazione biologica. Il ciclo dell’acqua significa avere l’acqua che passa attraverso un processo biologico chiamato il ciclo dell’azoto. Il ciclo dell’azoto stabilisce i batteri nella vostra acqua e il sistema di filtrazione beneficerà sulla salute generale dei vostri pesci. Questo ciclo può richiedere da due settimane fino a due mesi per completarsi. Una volta che il ciclo è completo, gli elementi nocivi nella vostra acqua di rubinetto saranno stati rimossi dai batteri stabiliti durante il ciclo, dando così una buona qualità dell’acqua per la salute dei pesci.

Durante il ciclo dell’azoto e periodicamente in seguito, è essenziale testare costantemente l’acqua per il pH, l’ammoniaca, i nitriti, i nitrati, la durezza generale e la durezza carbonatica (alcalinità) dell’acqua. L’elenco seguente descrive come eseguire il test per ciascuno di questi attributi dell’acqua e che cosa significano i risultati per quanto riguarda la qualità dell’acqua in generale.

pH

Il pH dell’acqua misura l’acidità o la base della vostra acqua. Il pH è molto importante nel mantenere il pesce sano, perché alti o bassi livelli di pH possono compromettere la salute dei pesci. La scala del pH va da 0 a 14 dove 0 è l’acqua più acida in assoluto. L’equilibrio del pH, o un valore pH neutro, è 7. La maggior parte dei pesci d’acqua dolce prosperano quando si dispone di un livello di pH compreso tra 6,6 e 7,8. Se, dopo aver condotto un test del pH, si trova il livello di pH inaccettabile, è possibile alzare o abbassare i livelli di pH con l’acquisto di prodotti chimici dal vostro negozio di animali locale. Il mantenimento di un livello di pH costante che è adatto alle esigenze dei pesci è il primo passo verso la qualità dell’acqua costantemente elevata.

Ammoniaca

L’ammoniaca è estremamente tossica per i pesci e può rapidamente ucciderli. Purtroppo, si produce naturalmente in tutti gli acquari come rifiuti non consumati di alimenti dei pesci che andranno verso il basso. In nessun caso si vorrebbe vedere una lettura di oltre 0ppm (parte per milione) in acquario di ammoniaca. Ci sono molti prodotti che possono essere acquistati presso il vostro negozio di forniture per animali da compagnia. E ‘assolutamente necessario aggiungere solo pesci molto resistenti, come i Molly durante le fasi iniziali del ciclo dell’azoto. Una volta che il ciclo è stato completato, l’ammoniaca viene rotta rapidamente dai buoni batteri che sono presenti in acquario.

I nitriti

I nitriti sono il risultato di ammoniaca che viene ripartita dai batteri in acquario, sono il prodotto secondario del ciclo dell’azoto. Anche se meno dannosi di quelli dell’ammoniaca, i nitriti sono molto tossici per i pesci tropicali. In nuovi acquari, questi livelli aumenteranno poco dopo che i livelli di ammoniaca si saranno stabilizzati. Idealmente, i nitrati dovrebbero essere a 0ppm. L’unico modo per rimuovere i nitriti dalla vasca è di effettuare cambi d’acqua settimanali dal 25% al 30%.

Nitrati

I nitrati sono il terzo e ultimo prodotto del ciclo dell’azoto. I nitrati non sono particolarmente dannosi per i pesci. In livelli molto elevati, tuttavia, anche loro possono diventare uno stress per i pesci. Inoltre, si presume che livelli elevati di nitrati possono produrre una fioritura biologica nella vasca che produce acqua molto torbida. I livelli di nitrati dovrebbero essere compresi tra 20 e 40 ppm e dovrebbero rimanere in questo range di sicurezza. Per diminuire la quantità di nitrati nella vasca, bisogna effettuare cambi d’acqua consistenti.

Durezza generale dell’acqua

La durezza generale dell’acqua è una misura del totale disciolto di minerali (calcio e magnesio) nella vostra acqua. Quando l’acqua ha basse quantità di minerali disciolti, si è ritiene morbida. Quando ha quantità elevate, è considerata “Acqua dura”. L’acqua dolce può causare “crash” di pH che possono stressare i pesci nel vostro acquario. Il risultato di un test di durezza dell’acqua è misurato in gradi (DH). Per la maggior parte delle vasche di comunità, una lettura entro i 5 o 12 gradi dovrebbe essere accettabile. Se la lettura è troppo bassa, l’esecuzione di un cambio d’acqua dovrebbe aumentare il livello di durezza generale.

Carbonato (alcalinità)

Un test di alcalinità determina la capacità della vostra acqua sul pH. E ‘un indicatore sulla stabilità e sulla qualità dell’acqua. Bassi livelli di alcalinità significano che il vostro pH oscillerà più facilmente e che possono stressare i pesci. Un basso livello può bloccare la crescita di eventuali piante in acquario. Per la maggior parte degli acquari di comunità, un buon livello di alcalinità dovrebbe essere tra i 7 e i 12 gradi (dKH). Cambi d’acqua possono aiutarci ad aumentare i livelli di alcalinità e ci sono prodotti disponibili presso i negozi di acquariofilia che contribuiscono ad aumentare l’alcalinità.

Conclusione

La chiave per mantenere i vostri pesci d’acquario sani è di mantenere l’acquario pulito. L’unico modo è quello di mantenere la qualità dell’acqua in acquario alta. Potrebbe non essere semplicemente guardare l’acqua e vederla pulita. I test dell’acqua regolari sono l’unico modo per saperlo con certezza. E ‘importante tenere un registro dei risultati dei test al fine di tenere traccia delle tendenze che si verificano in vasca. E ricordate, il modo più efficace e più semplice per mantenere la qualità dell’acqua alta è quello di lasciare che il vostro nuovo acquario abbia completato il ciclo dell’azoto per poi condurre regolari cambi d’acqua una volta alla settimana.

Per qualsiasi altra informazione o domanda, vi consigliamo la registrazione sul nostro forum.