Preparare l’acquario prima delle vacanze

Preparare l’acquario prima delle vacanze: Se andare in vacanza può essere una fonte di stress in sé e per sé, se ci si deve preoccupare di cosa fare con i vostri animali domestici prima di partire per le vacanze.

Preparare l'acquario prima delle vacanze

Come preparare l’acquario prima delle vacanze

Uno dei problemi con cui avremo a che fare è con l’acquario e sul fatto di non doverlo assistere per un po ‘. Se l’acquario è abbastanza piccolo, si può ovviamente portarlo a casa di un amico, ma se l’acquario è grande, non sarà possibile portarlo da nessuna parte. Non ti preoccupare. Non c’è bisogno di rinunciare del tutto alla vostra vacanza. Ci sono diverse cose che si possono fare per garantire ai vostri pesci le cure di cui hanno bisogno. Un vicino di casa, un familiare o un amico, possono curare il vostro acquario.

Soluzioni prima di preparare l’acquario per le vacanze

Pompadi emergenza acquario in funzione

Il “pesce sitter” dovrebbe accudire al vostro acquario ogni giorno e dovrebbe dar da mangiare ai vostri pesci. Inoltre, dovrebbe anche fare un controllo di tanto in tanto per assicurarsi che tutto sia a posto. Questo suona come la migliore soluzione, ma da una più accurata analisi, bisogna trovare qualcuno che guardi i vostri pesci. I problemi di solito si verificano quando si chiede a qualcuno che non ha alcuna esperienza di pesci di guardare il vostro acquario. Anche se un tuo amico è inesperto, ma ha le migliori intenzioni, lui o lei può devastare il tuo acquario in un tempo molto breve. Le persone tendono a sovrastimare la quantità di cibo per nutrire i pesci.

La maggior parte delle persone sovralimentano come dei matti i pesci se lasciati a se stessi. Ciò causerà enormi problemi con i vostri parametri dell’acqua e può facilmente portare alla morte dei pesci. Se qualcuno può guardare i vostri pesci e sapete che è un inesperto, la soluzione migliore è quella di utilizzare dei sacchetti. Mettere la quantità di cibo che gli si dovrebbe dare ogni giorno. Questo farà in modo che sia possibile monitorare la quantità di cibo che viene aggiunta alla vostra vasca mentre siete lontani. Un altro problema di trovare qualcuno che curi il tuo acquario è che spesso vogliono “aiutare troppo”.

Anche in questo caso, un tuo amico avrà probabilmente tutte le buone intenzioni, ma trafficare con cose di cui non ci si intende, può portare a conseguenze negative. Inoltre, è in genere una pessima idea trovare qualcuno che esegua un cambio d’acqua che non sa però quello che sta facendo. Spesso prendono troppa acqua o si dimenticano di farla decantare.

 

Pro e contro di un pet-sitter

pro:

  • Non richiede di apportare modifiche alla vasca
  • Permette ai pesci di continuare con la routine a cui si sono abituati
  • Non richiede alcuna modifica del tipo di pianificazione del cibo o dell’alimentazione
  • Un pet-sitter con esperienza potrebbe potenzialmente eseguire attività di manutenzione mentre sei lontano

 

Contro:

  • I Pet-Sitter potrebbero non avere familiarità con la cura dei pesci in acquario
  • Potrebbero portare alla sovralimentazione o alla sottoalimentazione dei pesci
  • Un pet-sitter potrebbe interferire con le apparecchiature o comunque danneggiare la vasca
  • Potrebbe non essere in grado di svolgere le attività di manutenzione
  • Sarà necessario dargli l’accesso alla vostra casa mentre non ci siete

 

Se nessuno non può guardare la nostra vasca, cosa possiamo fare?

Si necessita di un grande acquario per gli Astronotus ocellatus

“Io non ho amici con esperienza che possono curarmi i pesci. Cosa dovrei fare?” La buona notizia è che avete alcune soluzioni. In effetti, la soluzione migliore per brevi vacanze di una o due settimane è quella di non fare assolutamente nulla. Le persone sopravvalutano per quanto tempo si può far stare i pesci senza cibo e quanta fame hanno. Molti pesci sembrano sempre che stanno morendo di fame come ad esempio i ciclidi. Ma non è così. I pesci possono stare diverse settimane senza cibo e in effetti, molti acquariofili con esperienza programmano periodi di digiuno per i loro pesci dove non li alimentano per un po ‘. Una decisione che serve per ripulire i loro sistemi digestivi. Quindi, se avete intenzione di andare via solo per una settimana o due, utilizzate questa opportunità per i vostri pesci. Saranno più sani e staranno bene. Inoltre, se non si sta alimentando il pesce mentre si è via, c’è meno di bisogno di preoccuparsi di cose come cambi d’acqua.

Se si lascia da solo l’acquario?

Acquario di Patri

Se si lascia da solo il vostro acquario, ci sono alcune cose che si dovrebbero fare per preparare l’acquario. Prima di tutto, si dovrebbe acquistare un timer per le luci. Impostate la vasca in modo che le luci siano accese per 6 o 8 ore al giorno. Ciò manterrà le probabilità di alghe il più basso possibile. Prima di partire, effettuate un cambio d’acqua e assicuratevi che tutto sia pulito (vetro e pulire i filtri). Utilizzate la vostra routine comune per la pulizia della vasca e vi andrà bene. Una buona idea sarebbe avere un amico che viene a casa vostra per controllare il vostro acquario. Potrebbe controllare che nessuno dei vostri pesci sia morto e solo per assicurarsi che in genere tutto sia a posto. Se avete intenzione di passare parecchio tempo in vacanza, l’evaporazione diventa un problema. Lasciate delle istruzioni dettagliate e le forniture per i cambi d’acqua.

Le cose da evitare

Pratiche comuni che è meglio evitare quando si va in vacanza:

  • Distributori di cibo automatici: Sono venduti in molti negozi di acquariofilia e possono essere una buona idea se sono di ottima qualità. Se non sono di ottima qualità, si possono facilmente bloccare o un malfunzionamento può scaricare una tonnellata di cibo in vasca.
  • Sovralimentazione prima di partire: Alcune persone pensano che se si nutrono i loro pesci con un po ‘più di cibo prima di partire, i pesci saranno a posto per parecchio tempo. Come accennato in precedenza, questo è completamente inutile. Si può dar loro da mangiare, proprio come fai sempre e poi basta andare in vacanza. Non hanno bisogno di essere sovralimentati e di fatto, la sovralimentazione prima di partire per le vacanze causerà problemi. Probabilmente provocherà l’inquinamento delle acque. Evitate completamente questa pratica.

Lista delle cose da fare prima di partire per le vacanze

  • Eseguite un cambio d’acqua e la pulizia della vasca un giorno o due prima di partire
  • Monitorare la temperatura della vasca prima di partire
  • Impostate le luci sul timer (luci accese per 6 o 8 ore al giorno
  • Se andate via solo per una o due settimane, non preoccupatevi per l’alimentazione
  • Se un amico può guardarvi l’acquario, suddividetegli la quantità di cibo di ogni giorno in sacchetti così il vostro amico non sovralimenterà i pesci
  • Lasciate istruzioni dettagliate per risolvere qualsiasi problema, meglio se per iscritto
  • Siate sicuri che il condizionatore o il riscaldamento sia impostato su una temperatura adeguata.

Cosa fare quando si torna dalle vacanze

tornati dalle vacanze

Quando si torna a casa dalle vostre vacanze, si rischia di essere felici solo di esser tornati a casa. Prima di posare la valigia e rilassarsi. Si dovrebbe fare un check-in del vostro acquario per assicurarsi che sia ancora tutto a posto. Se avete assunto un pet-sitter per la cura della vostra vasca mentre eri via, potresti aver ricevuto degli aggiornamenti periodici durante la tua assenza. A questo punto è necessario eseguire un controllo approfondito della vasca, dei vostri pesci e di tutte le attrezzature per fare in modo che tutto sia ancora in grado di funzionare. Inoltre, alcune attività da eseguire immediatamente sono:

  • L’ispezione visiva della vasca (controllate eventuali perdite e controllate il livello dell’acqua che non sia troppo bassa)
  • Controllate tutte le attrezzature per assicurarvi che funzionino correttamente.
  • Sostituite i materiali filtranti, se necessario
  • Testate l’acqua dell’acquario per controllare i livelli della qualità delle acque e della chimica (confrontate i livelli “normali” del vostro acquario)
  • Effettuate le regolazioni della chimica dell’acqua come necessario
  • Osservate i vostri pesci per assicurarvi che essi siano ancora tutti vivi e vegeti, cercare eventuali cambiamenti di aspetto fisico così come comportamenti anomali
  • Eseguite un cambio d’acqua del 25% per eliminare le tossine accumulate in acquario e per migliorare la qualità dell’acqua.
  • Riempite la vasca con acqua senza cloro
  • Riprendete il programma di alimentazione e manutenzione ordinaria della vasca

Conclusione

Speriamo che, dopo l’esecuzione della lista di controllo delle attività di cui sopra, vi accorgerete che il vostro acquario è sopravvissuto in vostra assenza. La maggior parte dei pesci in acquario sono abbastanza resistenti e possono quindi sopravvivere ai piccoli cambiamenti nella chimica dell’acqua, nonché ai periodi senza cibo. Finché la procedura di preparare l’acquario prima delle vacanze è ben organizzata, non dovreste preoccuparvi di tornare a casa per trovare un disastro che vi attenda.

Fonte di: www.economia-italia.com