Illuminare l’acquario: qualche dritta

L’errore più grande che possiate fare, se possedete un acquario in casa, è trascurare l’aspetto dell’illuminazione.

plafoniera

Qualche dritta utile sull’illuminare l’acquario

Contrariamente a quanto può sembrare, infatti, non si tratta di un elemento meramente accessorio: non si illumina un acquario soltanto per renderlo il fulcro di una stanza e impressionare gli ospiti coi colori dei pesci dei mari del Sud.

Una corretta illuminazione dell’acquario comporta anche una maggiore e più sana crescita di coralli, alghe e piante marine in generale e, allo stesso tempo, se si riesce a bilanciar bene l’alternanza delle ore di luce e di buio, essa favorirà la stabilità del bioritmo dei pesci presenti in vasca.

Al giorno d’oggi in commercio è possibile trovare veramente qualsiasi tipo di illuminazione.
Per evitare di farsi confondere, è bene sempre farsi delle domande e personalizzare l’illuminazione in relazione ai nostri “ospiti”.
Innanzitutto ci si deve informare sull’habitat naturale dei pesci acquistati: molti, infatti, vivono in grotte o fondali bui e, se esposti a una eccessiva illuminazione, possono modificare il loro normale comportamento a causa dello stress.
Le piante meritano altrettante attenzioni: se la luce porta con sé la trasformazione di nitrati in nutrienti per i vegetali, ma quando ce ne è troppa ecco che arrivano e proliferano le alghe, spauracchio di tutti gli acquariofili.
In buona sostanza, prima di scegliere il nostro sistema di illuminazione dovremmo avere ben chiaro quali saranno gli animali e i vegetali che abbiamo in programma di allocarvi.

Volendo schematizzare possiamo dire che:

  • 0,2-0,3 watt per litro comportano una bassa intensità luminosa,
  • 0,5 watt per litro corrispondono a una intensità media,
  • 1 watt per litro veicola una elevata intensità luminosa

Bisogna inoltre porsi un altro quesito: qual è l’entità della colonna d’acqua attraverso cui la luce deve passare per giungere sino al fondo? Com’è facile intuire, più sarà alta e maggiore sarà la potenza necessitata.
Per accrescere l’efficienza luminosa delle nostre lampade è sempre buona norma dotarle di riflettori di alluminio.
SI tratta di apparecchi atti a catturare la luce che, andando verso l’alto, andrebbe dispersa; i riflettori la convogliano sulla superficie dell’acqua, garantendo il massimo sfruttamento dell’illuminazione.

Da non trascurare, poi, come parametro, è lo spettro luminoso, che si misura in gradi Kelvin: se non possiamo ricreare lo spettro solare, si può almeno tentare di emularlo con espedienti diversi.

Le lampade da acquario vanno cambiate, in media, ogni 8 o 10 mesi e si consiglia, in linea di massima, la loro accensione attorno alle 10 del mattino e il loro spegnimento verso le 21.

Dopo queste nozioni preliminari possiamo annoverare i tipi di lampade più diffusi per l’illuminazione degli acquari, che potrete trovare tutti nello store online di Casa delle Lampadine:

  • Tubi Neon, che costituiscono la fonte di luce più diffusa e popolare e, tutto sommato, abbastanza valida
  • Lampade a Vapore, in cui sono presenti vapori di mercurio (HQL) o vapori di mercurio arricchiti con altri metalli (HQI); hanno una durata maggiore delle precedenti, ma comportano consumi energetici elevati e il loro prezzo d’acquisto non è troppo conveniente
  • Lampade a risparmio energetico, tipiche degli acquariofili fai da te; non essendo concepite per questo scopo, se ne sconsiglia l’impiego in questo contesto
  • Lampade LED, ovvero, la vera rivelazione degli ultimi anni, dati i benefici in termini di risparmio energetico e di durata; con una lampada LED avrete bisogno di cambiare l’illuminazione del vostro acquario, si stima, una sola volta ogni 10 anni: dite addio alla manutenzione perché l’efficienza di questi apparecchi potrà scendere al massimo al 70%. Il prezzo di una plafoniera LED per acquario è mediamente più alto rispetto a quello delle sue controparti, ma i vantaggi elencati garantiscono un risparmio a lungo termine.

Articoli correlati sull’illuminare l’acquario

Articoli consigliati a tema per illuminare l’acquario;

Per qualsiasi altra informazione o domanda, vi consigliamo di iscrivervi sul nostro forum e di partecipare nella nostra sezione dedicata agli accessori e luci acquario.

Illuminare l’acquario: qualche dritta
1.67 (33.33%) 3 votes