Acquariofilia

Annunci dello Staff e questioni utenti. Novità  del forum e del portale Microcosmo Acquari
Avatar utente
offline


Autore

Microcosmo

Amministratore
Amministratore
Livello 5
Livello 5
Messaggi: 311
Iscritto il: 15 febbraio 2013, 22:24
Tipo di acquario: Entrambi
avvio acquario: 04 apr 1988
Gender: Non specificato

Acquariofilia

Messaggioda Microcosmo » 8 agosto 2015, 9:33

Chi siamo – Acquariofilia: Su questo portale trattiamo argomenti di acquariofilia, acqua salata, acqua dolce, salmastro e tutto quello che riguarda l’acquariologia in genere avendo come principale punto fermo il rispetto degli animali che in questo caso sono i nostri pesci, invertebrati e piante che possiamo avere in acquario.

Le origini dell’acquariofilia

L’acquariofilia nel passato, era strettamente legata quasi esclusivamente all’allevamento dei pesci in laghetti artificiali per poterne disporre come cibo. Nel medioevo questi laghetti erano diffusi nelle campagne contadine. Anche nei monasteri erano spesso presenti dei piccoli bacini per l’allevamento dei pesci per avere una maggior quantità di cibo e garantire una alternativa alimentare nei giorni in cui era vietato il consumo di carne ma non del pesce, come per esempio durante la Quaresima. In Asia, nelle risaie, venivano inseriti pesci di acqua dolce commestibili sempre con finalità alimentari.

Anthias.jpg
Anthias, bellissimo pesce marino


L’allevamento dei pesci in acquariofilia è iniziato nella nostra storia almeno 2.000 anni fa. Dipinti che risalgono all’Antico Egitto ritraggono infatti scene di allevamento dei pesci ritenuti sacri in vasche rettangolari situate all’interno di templi. Anche in altre culture si allevavano pesci, ad esempio, i Cinesi allevavano (e tutt’ora li allevano) i pesci rossi all’interno delle loro case già durante la Dinastia Song. Le loro vasche però, erano realizzate con grandi recipienti di ceramica. Nell’antica Roma, l’acquariofilia era abbastanza diffusa. Senatori e altri romani di alto rango, pagavano molti sesterzi per avere specie di pesci marini per il loro hobby. Per acquariofilia si intende semplicemente un hobby che in tutto il mondo vanta tantissimi appassionati sempre più in crescita numerica. Essere acquriofili sostanzialmente consiste nell’allevare pesci tropicali o di acqua fredda, ma anche invertebrati e altri esseri viventi, senza dimenticare le piante acquatiche (che per alcuni appassionati sono addirittura prioritarie). Esistono vari tipi di acquario, ad esempio l’acquario marino, l’acquario marino mediterraneo, l’acquario salmastro, quello di acqua dolce tropicale e di acqua fredda.

Nel passato, alcune gravissime malattie sono state debellate grazie anche all’aiuto dei pesci. Tanto per fare un esempio, basti tener presente che le zanzare sono gli insetti che anche nella nostra epoca provocano migliaia di morti in tutto il mondo veicolando numerose malattie tra cui la malaria: le larve di zanzara nei corsi di acqua e nei fiumi, sono state debellate in molti luoghi con l’inserimento di pesci che si nutrivano di queste larve come i famosissimi Guppy. Ecco il perché dell’inserimento in natura di pesci tropicali di acqua dolce in moltissime zone non tropicali. Nell’hobby dell’acquariofilia gli allestimenti degli acquari che cercano di rispecchiare gli ambienti naturali sono di tre tipi: acqua dolce, acqua salata e acqua salmastra.

Acquario d'acqua dolce

Gli acquari d’acqua dolce sono sicuramente i più diffusi tra gli acquariofili per la loro relativa facilità di gestione e per la straordinaria varietà di opzioni possibili nel loro allestimento. Le specie di pesci d’acqua dolce reperibili in commercio a prezzi contenuti sono veramente innumerevoli, così come le specie di piante.

acquario-naturale-esempio.jpg
Esempio di acquario d'acqua dolce naturale


Il neofita potrà dunque cimentarsi nell’allevamento di pesci “facili” in allestimenti con piante poco esigenti, creando vasche monospecifiche o di comunità. L’appassionato potrà magari dedicarsi al ricreare un biotopo il più fedele possibile, riproducendo un piccola angolo di un fiume dell’Amazzonia, dell’Asia, dell’America centrale, perché no, di un grande lago africano, giusto per citarne alcuni. Le combinazioni possibili sono praticamente infinite, adatte a tutti i gusti ed a tutte le esigenze.

Acquario marino

Allestire una vasca marina, mediterranea o tropicale, richiede senz’altro molto più impegno. Le difficoltà da affrontare sia nell’allestimento che nella gestione sono ben superiori rispetto a quelle che si incontrano con un acquario d’acqua dolce, per non parlare delle spese per acquistare materiali ed animali e per alimentare le luci necessarie a queste vasche.

acquario-di-barriera.jpg
Esempio di acquario marino tropicale di barriera


I risultati che si otterranno però saranno straordinari. I colori di un acquario marino sono semplicemente strepitosi e non potranno non colpire l’occhio di chi osserva. Anche qui le combinazioni possibili saranno veramente molte, a seconda delle dimensioni della vasca e del tipo di acquario che si andrà ad allestire e le soddisfazioni ottenute ripagheranno ampiamente gli sforzi fatti. è impossibile rimanere indifferenti di fronte alla bellezza di coralli, gorgonie, crostacei e pesci marini.

Acquario salmastro

Poco diffuso. Gli acquari allestiti per ricreare un ambiente naturale con acqua salmastra incorporano le caratteristiche di acqua dolce e salata. Si possono allevare particolari specie di pesci e invertebrati come alcune specie di pesci palla e altri bellissimi pesci molto colorati e affascinanti.

Acquariofili e acquariofilia


In acquariofilia gli appassionati di questo hobby vengono conosciuti come “acquariofili”, hanno tutti in comune, anche se con acquari diversi come marino o dolce, lo stesso obbiettivo: offrire agli ospiti che hanno in vasca un ambiente salubre e ottimale per vivere e magari ottenere la loro riproduzione, segno evidente del loro benessere.

takashi amano.jpg
Acquario Takashi Amano


Vi sono anche acquariofili che allestiscono acquari di acqua dolce semplicemente per la crescita di bellissime piante acquatiche, veri e propri giardini acquatici che richiedono cura, illuminazione, potatura e fertilizzazione. Gli acquariofili nordeuropei, furono tra i primi a realizzare, progettare ed a utilizzare i primi acquari di questo tipo detti Olandesi.

Microcosmo Acquari

Il Forum Microcosmo Acquari nasce nel Novembre 2010 ma a quei tempi si chiamava con un altro nome. In realtà il nome è cambiato ben 3 volte prima di diventare il definitivo: Microcosmo Acquari. L\’idea che ci ha guidato nella scelta di questo nuovo nome è la volontà di raggruppare in un\’unica realtà tutto il campo acquariofilo, sia dolce che marino, consapevoli che i principi ispiratori che ci guidano sono gli stessi. Rispetto alle nostre origini siamo cresciuti non solo numericamente, ma anche nel nostro modo di pensare. Si può dire che abbiamo conseguito una sempre nuova consapevolezza. Se ai nostri esordi l’obiettivo principale era un pò quello di riuscire a trovare il modo di gestire le nostre vasche nella più assoluta economia, ci siamo via via resi conto, sperimentando mille soluzioni, che non tutto ciò che è commerciale o che comunque ha un costo è da demonizzare. Anzi, in alcuni casi è quasi irrinunciabile.

microcosmo-acquari.jpg
Logo Forum Microcosmo Acquari
microcosmo-acquari.jpg (17.42 KiB) Visto 117 volte


Abbiamo via via maturato la consapevolezza che il criterio principale che deve guidare le nostre scelte non è il risparmio (per carità, graditissimo, soprattutto in questi tempi di crisi) bensì il benessere dei nostri ospiti in vasca. Per questo, per esempio, non leggerete mai sul nostro forum consigli che suggeriscano di mettere pesci in vasche troppo piccole per le loro esigenze, o di rinunciare a mangimi e luci, fertilizzanti o materiali di qualità per salvaguardare il portafoglio a discapito della salute dei pesci o delle piante.

Il nostro forum di acquariofilia è a disposizione di tutti gli appassionati di questo hobby che vogliano porre le loro domande su come allestire il proprio acquario e su come poter allevare in vasca piante, pesci e invertebrati. Tutti gli utenti iscritti al forum possono ovviamente partecipare alle discussioni dando pareri e fornendo soluzioni sulle problematiche che si possono verificare in acquario. L’esperienza di ognuno è la nostra forza, consapevoli del fatto che in acquariofilia bisogna sempre essere aperti alla possibilità di avere piacevoli sorprese.

Da qui, il nostro motto: Condividiamo insieme conoscenze ed esperienze di acquariofilia.

Considerazioni finali
Ci sentiamo di aggiungere che secondo noi non è possibile ricreare perfettamente un piccolo angolo di natura in 5 vetri, ma possiamo comunque contribuire alla salvaguardia di moltissime specie di pesci, invertebrati e piante che se non fosse per gli acquariofili, in alcuni casi probabilmente sarebbero addirittura estinti. Questo hobby deve rimanere un hobby, mantenendo la consapevolezza di non essere una sorta di divinità e di non potersi sostituire a madre natura pensando di ricreare una vasca che non abbia bisogno di manutenzioni, cambi d’acqua e delle giuste attenzioni.

Grazie all’esperienza e alla conoscenza nel campo dell’acquariofilia è possibile condurre un acquario senza necessariamente spendere moltissimi soldi. Tuttavia bisogna essere consapevoli che alcune spese sono inevitabili ed è meglio affrontarle per il benessere dei nostri ospiti. Non siamo un forum commerciale e non siamo legati a produttori o venditori, ogni consiglio riguardante per esempio una marca piuttosto che un\’altra è dettato esclusivamente dalle esperienze positive o negative maturate dai moderatori e dagli utenti.


Advertisement

Share This


0 0
0
0
Loading...
  • Argomenti simili
    Risposte
    Visite
    Ultimo messaggio

Torna a “Annunci dello Staff”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti