Daphnia: Cibo vivo per pesci tropicali

Uno dei più facili alimenti per pesci è la Daphnia. Raramente viene venduta nei negozi di pesci tropicali. Cibo vivo che migliora l’aspetto, la salute e la longevità dei pesci.

Femmina adulta di Daphnia

Femmina adulta di Daphnia

Daphnia, il miglior cibo vivo per pesci

Daphnia

Daphnia

Forse non tutti sanno quanto sia facile creare una vasca di cibo vivo perpetuo che richieda poco sforzo, la conoscenza o il costo. Se i pesci potrebbero scrivere, le Daphnia sarebbero in cima alla loro lista della spesa. Questi irresistibili e gustosi bocconcini non causano indigestione o costipazione e non sono da ingrasso. Ma che cosa è questa creatura acquatica? Tecnicamente parlando, la Daphnia è un piccolo crostaceo che assomiglia a una pulce. Normalmente, variano in termini di dimensioni ma rimanendo veramente molto piccoli, e di solito sono di colore biancastro fino a semi-trasparente.

Hanno branchie per la respirazione subacquea. Un acuto osservatore può effettivamente vedere le uova che una femmina sta portando. La Daphnia possiede due braccia filiali che usano per la locomozione. Corrono in giro per la vasca inghiottendo tutto ciò che trovano di commestibile. Questi crostacei affamati divorano numerosi tipi di microrganismi e di sostanze organiche. Uno dei loro piatti preferiti è la Euglena, un organismo di colore verde che si trova in stagni e in acquari. Alla Daphnia piace ingozzarsi anche di alghe unicellulari, sostanze vegetali, lievito, latte in polvere, tuorlo d’uovo e persino di letame.

Queste piccole pulci d’acqua, come sono talvolta chiamate, amano prolificare, e sono più attratte a farlo in acqua alcalina sopra un pH di 7,0 con intensità luminosa media. Possono essere allevate in un volume relativamente piccolo di acqua finché c’è abbastanza cibo e ossigeno per sostenerle, anche più di un migliaio in un solo litro di acqua per diverse settimane, ma prima o poi, sarà necessario ridurre la popolazione in questo caso. Uno dei motivi per cui la Daphnia è in grado di moltiplicarsi rapidamente è perché le femmine sono in grado di riprodursi senza l’ausilio dei maschi.

Daphnia pulex

Daphnia pulex

Durante i periodi di abbondanza, le femmine sfruttano l’approvvigionamento di cibo in eccesso. I maschi sono in grado di produrre uova “speciali” che sono progettate per continuare la sopravvivenza della specie nel caso di un cambiamento ambientale come la siccità. Queste uova possono rimanere inerti per lunghi periodi di tempo. In un ambiente creato artificialmente, si può massimizzare il potenziale riproduttivo di questi piccoli crostacei. Per le Daphnia, questo significa produrre il maggior numero di femmine, che si traduce in ancor più nascite, e così via. Le Daphnia sono una forma di plancton.

In natura prolificano miglio in acque calme come in piccoli stagni o in quasi ogni luogo che unisce l’acqua dolce e le giuste condizioni che possono essere un santuario per la Daphnia. Nel grande disegno della natura, la Daphnia è imprigionata nella parte bassa della catena alimentare, dove servono come alimento per animali acquatici più grandi, come i piccoli pesci. In sostanza, la Daphnia fornire due vitamine principali che sono di vitale importanza per i pesci, le vitamine A e D. La vitamina A è essenziale per la crescita e lo sviluppo del pesce, e serve anche come un ottimo agente anti-infettivo.

La vitamina D è il primo responsabile per la produzione del tessuto osseo, e tutti gli vertebrati dipendono quindi da esso. Le Daphnia offrono anche piccole quantità di vitamine B e C, che variano in quantità a seconda di ciò che gli alimenti della Daphnia hanno consumato. La vitamina B supporta la crescita del tessuto e stimola l’appetito. La vitamina C per la formazione della pelle e per la colorazione. Infine, le Daphnia forniscono proteine, carboidrati (zuccheri e amidi) e grassi.

Daphnia magna

Daphnia magna

Ci sono numerosi vantaggi che offre la Daphnia rispetto ad una dieta composta esclusivamente da alimenti secchi. Gli alimenti secchi in genere mancano di vitamine essenziali. Le Daphnia forniscono le vitamine necessarie in quantità proporzionalmente equilibrate perché sono un alimento vivo. Le Daphnia attivano l’istinto di un pesce. La sovralimentazione da Daphnia per i pesci in acquario non inquina l’acqua dell’acquario. Il costo è molto meno delle artemie e non ci sono requisiti difficili o costosi necessari per allevare le Daphnia fino all’età adulta.

Ora che avete capito il valore delle Daphnia come fonte di cibo vivo per i vostri pesci, esaminiamo come stabilire con successo una cultura fiorente. Per cominciare, è essenziale disporre di un approvvigionamento alimentare per l’alimentazione delle Daphnia con largo anticipo. Ciò che è necessario è un contenitore che ospiterà le Daphnia come un acquario da 20 litri che può essere utilizzato per questo scopo. L’acquario deve essere posizionato in un punto in cui la quantità massima di luce solare costante verrà in contatto con esso. Un davanzale di una finestra esposta a sud è una posizione eccellente.

Altrimenti, una luce fluorescente deve essere posizionata direttamente sulla parte superiore della vasca e rimanere accesa da 18 a 20 ore al giorno con un periodo di quattro ore di oscurità. Poiché la stagione invernale riduce drasticamente l’intensità e la durata della luce solare, può essere necessario integrare la luce naturale con la luce artificiale. L’acquario dovrebbe essere riempito con acqua alcalina preferibilmente superiore a un pH di 8,0. Non è necessario aggiungere un filtro, pietre porose, ghiaia o qualsiasi altra cosa per l’acquario. Con un po ‘di tempo (meno di due settimane) e un sacco di luce, l’acqua dovrebbe diventare verde e scurire con l’età.

Il passo successivo è quello di scegliere un contenitore adatto da portare con voi quando si va fuori per trovare e raccogliere le Daphnia. Possono essere raccolte in qualsiasi momento dell’anno da qualsiasi corpo naturale di acqua dolce poco profondo senza forti correnti utilizzando una rete e un barattolo. Per coloro che non sono disposti ad avventurarsi all’aperto durante l’inverno, la stagione di punta per la Daphnia va da maggio a luglio non rendendo la stagione un nostro ostacolo. Durante questi periodi di punta, è possibile acquisire una moltitudine di Daphnia appena immergendo un contenitore nell’acqua.

Quando si torna a casa, scrutate tutti gli animali catturati che possono accompagnare le Daphnia. Alcune creature dall’aspetto innocente possono essere dannosi e addirittura letali per i pesci. Devono essere identificati e rimossi in questo caso. Un breve elenco di creature indesiderate sono:

  • Notonecta
  • Larve di libellula
  • Hydra

Sono tutti noti per attaccare i piccoli pesci. Se avete qualche dubbio per quanto riguarda qualche creatura dall’aspetto strano, scartarla. Non vale la pena rischiare. Se per un motivo o per un altro, non si riesce a trovare delle Daphnia, provate con l’acquisto da parte di qualcuno che conoscete o da qualche allevatore di pesci. Appena le avete trovate, versate le Daphnia in un piccolo sacchetto di plastica e lasciatele galleggiare in un acquario da una ventina di litri per dieci minuti. Ciò contribuirà ad equalizzare la temperatura dell’acqua nel sacchetto. Ci sono circa 20 tipi di Daphnia trovati negli Stati Uniti.

Ci sono anche altri tipi di microrganismi, alcuni, chiamati comunemente “acari d’acqua”, ottimi per l’alimentazione di avannotti.

Classificazione scientifica della Daphnia

  • Dominio: Eukaryota
  • Regno: Animalia
  • Sottoregno: Eumetazoa
  • Superphylum: Protostomia
  • Phylum: Arthropoda
  • Subphylum: Crustacea
  • Classe: Branchiopoda
  • Ordine: Cladocera
  • Famiglia: Daphniidae
  • Genere: Daphnia (Müller. 1785)

Consigli sull’allevamento delle Daphnia e cibo vivo per pesci

Per qualsiasi altro consiglio sulle Daphnia e su altri invertebrati di acqua dolce: Invertebrati e crostacei
Per qualsiasi informazione sul cibo vivo per pesci: Acquariologia