Corydoras sterbai

Corydoras sterbayCorydoras sterbay 2Il Corydoras sterbai può essere considerato uno dei pesci da fondo più diffusi, che spesso viene scelto per le vasche con Discus in quanto tollera bene le alte temperature necessarie per questi ciclidi. Innanzitutto cominciamo con la sua identificazione, il Corydoras sterbai può essere facilmente confuso con il Corydoras haraldshultzi, la differenza più visibile è rappresentata dal pattern sulla testa: lo sterbai presenta un disegno con macchioline bianche, mentre l’haraldshultzi presenta un disegno con punti neri. Inoltre l’haraldshultzi raggiunge una taglia maggiore ed ha il muso più allungato rispetto allo sterbai. In natura esiste anche una varietà  di sterbai albina più ricercata e che difficilmente troviamo in commercio.

Corydoras sterbai: Distribuzione ed habitat

Il Corydoras sterbai è originario del Rio Guapore in Brasile; in natura i corydoras vivono in banchi molto numerosi, sono pesci molto socevoli e trascorrono la maggioranza del tempo a rovistare il fondale alla ricerca di microfauna.

Corydoras sterbai: Allevamento

Per allevare al meglio i Corydoras bisogna necessariamente formare un gruppo di almeno 6 esemplari della stessa specie; per gli sterbai va bene una vasca di 80 litri, in cui diventa fondamentale la scelta di un fondo soffice: l’ideale sarebbe la sabbia, ma può andar bene anche del ghiaino fine arrotondato, questo allo scopo di preservare i loro preziosi barbigli. Infatti, i Corydoras si nutrono esclusivamente del cibo che trovano sul fondo, e riescono a riconoscerlo solo attraverso l’uso dei barbigli, mentre il posizionamento degli occhi sopra la testa non permette di individuarlo; per cui, usando un fondo non adatto che col tempo consumerà i loro barbigli, destiniamo a morte sicura i Corydoras per deperimento. Importante è anche avere un buon movimento superficiale in modo da arricchire l’acqua di ossigeno, a volte possiamo vedere i Corydoras fare scatti improvvisi verso la superficie, poiche vanno a respirare direttamente ossigeno atmosferico. Questo è un comportamento abbastanza comune, ma può essere un segno di allarme nel caso i Corydoras lo facciano troppo spesso.
L’allestimento dell’acquario deve essere completato con legni e zone di riparo, va bene una buona piantumazione, e usare delle piante galleggianti che servano a schermare la luce. I Corydoras sterbai sono pesci molto tranquilli, adatti a tutti gli acquari di comunità , tuttavia però se si sentono minacciati possono rilasciare una tossina velenosa che è prerogativa soprattutto dei Corydoras con le pinne ventrali arancioni.

Corydoras sterbai: Alimentazione

Corydoras sterbay 3Sono pesci carnivori, e devono essere nutriti con cibo proteico sia secco che congelato. Come cibo base possono essere usate le pasticche da fondo, alternando ogni tanto del cibo congelato come artemia salina e chironomus. I Corydoras sono attivi sia di giorno che a luci spente, è preferibile alimentarli la sera se in acquario sono presenti altri pesci competitori che potrebbero approfittare della timidezza dei Corydoras.

Corydoras sterbai: Riproduzione

Il dimorfismo sessuale è abbastanza evidente nei pesci sub-adulti, le femmine sono molto più robuste e tozze rispetto ai maschi che hanno un aspetto più slanciato. La riproduzione in acquario è tutto sommato semplice, bisogna partire da una femmina matura e tre maschi che possano fecondare le uova. Per stimolare la riproduzione è possibile effettuare dei cambi con acqua più fresca, infatti le femmine sono solite deporre nelle giornate di bassa pressione quando la temperatura dell’acqua si abbassa di qualche grado. Le uova fecondate non sono trasparenti, ma hanno una colorazione più opaca e si intravede l’embrione all’interno; la cosa migliore sarebbe prelevare le uova e metterle in una vaschetta a parte, poichè in acquario potrebbero essere facilmente predate da altri pesci o dagli stessi genitori. La schiusa avviene in circa 4-5 giorni, e dopo che gli avannotti hanno riassorbito il sacco vitellino è possibile alimentarli con pasticche sbriciolate e napuli di artemia. Bisogna fare attenzione a non esagerare con il cibo, piccole dosi e cambi frequenti ridurranno la mortalità dei piccoli.

Famiglia: Callichthyidae
Sottofamiglia: Corydoradinae
Valori dell’acqua: KH 3-6, pH 6-7.5, temperatura 24-30 gradi
Dimensioni: 7cm
Livello: abbastanza facile

Forum sui Loricaridi e altri pesci da fondo.

Articolo di Catfish