Allevamento di pesci d’acqua dolce [Nozioni di base]

L’allevamento di pesci d’acqua dolce in acquario non è così semplice come gettare qualche pesce insieme in un una vasca e attendere che la magia accada.

Pesci d'acqua dole: Acquario con Oscar

Pesci d’acqua dole: Acquario con Oscar

Ci vuole tempo e preparazione al fine di avere successo nell’allevamento di pesci d’acqua dolce. In alcuni casi, non si può avere successo. Questo è il motivo per cui si dovrebbe imparare tutto il possibile circa l’allevamento dei pesci d’acqua dolce prima di provare a poter massimizzare le possibilità di successo. Va innanzitutto precisato che ogni specie di pesci ha esigenze diverse per riprodursi con successo. Questo articolo non può, ovviamente, affrontare ciascuna di queste specie in dettaglio. Ma, sono linee guida generali per l’allevamento di pesci d’acqua dolce.

Come iniziare con l’allevamento di pesci d’acqua dolce

Prima di imparare le specifiche circa l’allevamento di alcune specie di pesce si dovrebbe imparare le nozioni di base circa l’allevamento dei pesci in acquario. Ci sono diverse linee guida generali da seguire quando si cerca di ottenere la riproduzione dei nostri pesci.

  • Per la maggior parte delle specie, è indispensabile che l’acqua sia in ottime condizioni. I parametri dell’acqua possono influire su alcune specie che si rifiuteranno di accoppiarsi, tranne se il pH, la temperatura e gli altri parametri sono entro certi valori. Altre specie possono fregarsene di meno e si accoppieranno anche nel fango (non proprio, ma quasi…). Informati se il tuo pesce è schizzinoso o meno. Se sono schizzinosi, fai il possibile per offrir loro dei parametri dell’acqua ideali. Anche se il pesce è di una specie non particolarmente esigente, si dovrebbe comunque fare in modo che le condizioni dell’acqua in vasca sia la più alta possibile.
  • Alcuni pesci richiedono un certo tipo di ambiente. Ad esempio, alcuni, per accoppiarsi depongono le uova solo in caverne o anfratti mentre altri preferiscono pietre piatte o altre superfici. Se non si dispone di grotte nel vostro acquario, possono avere meno probabilità di accoppiarsi. Alcuni ciclidi amano riprodursi su rocce piatte. Altri, si riproducono in zone alte. E ‘importante informarsi sul proprio pesce per essere sicuri di aver creato l’ambiente di allevamento corretto.
  • Alcuni pesci possono essere indotti a riprodursi effettuando un cambio d’acqua. Un cambio d’acqua, inserendo in vasca acqua leggermente più fresca di circa 2 o 3 gradi, provoca un calo della temperatura in acquario simulando una pioggia e così che alcune specie si riproducono. Questo è particolarmente vero con alcune specie che vivono nel Rio delle Amazzoni. Altre specie possono riprodursi quando si alza un po ‘la temperatura dell’acqua. Ci sono numerosi fattori scatenanti la deposizione delle uova, quindi informarsi sui metodi efficaci per la vostra specie specifica sul nostro forum, sarebbe un ottima idea.
  • Alcune specie richiedono che si trovi una particolare coppia. In questi casi, è meglio acquistare da un allevatore che li sta vendendo come coppie da riproduzione o di osservare i pesci in un negozio di acquariofilia per trovare quelli che sembrano nuotare insieme costantemente. Se non è possibile acquistare una coppia da riproduzione si può provare con l’acquisto di un gruppo di giovani e farli crescere insieme, in attesa che si accoppiano in modo naturale.
  • L’alimentazione per il vostro pesce è molto importante. Nutrire il tuo pesce con una dieta di alta qualità per prepararli per la riproduzione viene indicato come “condizionamento”. I tipi di cibo che offrite varieranno a seconda del tipo di pesce, ma in generale si dovrebbe nutrirli con una varietà di cibi ricchi come alimenti vivi e congelati. Le artemie vive sono una scelta eccellente, perché sono ricchi di proteine, ma sono anche molto facili da allevare. Alcuni pesci apprezzeranno anche le verdure fresche, in particolare le specie erbivore.

Avannotti

Avannotti

Uno dei principali problemi con l’allevamento dei pesci è che gli avannotti (pesci appena nati) sono spesso consumati da entrambi i genitori o altri compagni di vasca. Chiedete sul nostro forum se la vostra specie di pesci tende a mangiare i vuoi piccoli. Se i genitori sono propensi a mangiare i loro piccoli, o se si dispone di altre specie in vasca, si dovrebbe tentare di rimuovere le uova una volta che vengono deposte, rimuovere la madre o rimuovere gli avannotti dopo la nascita. Un idea sarebbe di allestire un piccolo acquario a basso costo per la salvaguardia degli avannotti.

Non è necessario rimuovere gli avannotti dalla vasca di allevamento o rimuovere altri pesci. Tuttavia, per dare agli avannotti la possibilità di sopravvivere ai predatori, si dovrebbe fornirgli loro una copertura sufficiente dove possono nascondersi fino a quando non crescono abbastanza grandi da gestirsi da soli. Si potrebbe includere in vasca una grande quantità di piante galleggianti sulla superficie del vostro acquario. Per i ciclidi africani, si può includere una grande quantità di rocce.

Chiedete sul nostro forum le informazioni necessarie su quale tipo di copertura è la migliore per i vostri pesci. Un’altra opzione per proteggere i vostri pesci se non si dispone di un acquario supplementare per loro è quello di utilizzare un divisore. I divisori di solito sono costituiti da plastica trasparente con piccoli fori che permettono all’acqua di fluire attraverso il divisore. Se si utilizza un divisore non dovrete preoccuparvi di acquistare un filtro o un riscaldatore separato.

L’aspetto negativo dei divisori è che i fori possono essere abbastanza grandi da far passare gli avannotti mettendoli a rischio di essere mangiati. È possibile rimediare a questo problema coprendo il divisore con una maglia fine.

Come allestire una vasca per l’allevamento di pesci d’acqua dolce

Il primo Step di piante al momento dell'avviamento - 11 - 8 - 2013In generale, gli acquariofili che allevano costantemente avannotti hanno due vasche. Una sarà la vasca per gli avannotti e una sarà la vasca di accrescimento. La vasca di accrescimento è dove gli avannotti vanno quando hanno raggiunto una certa dimensione. Cresceranno ancor più grandi in questa vasca fino a quando saranno di dimensioni adeguate per non essere a rischio di essere mangiati da un pesce più grande. La vasca degli avannotti è dove gli avannotti sono inizialmente inseriti se sono separati dall’acquario principale. Queste vasche richiedono acqua molto pulita, in molti casi, in modo quotidiano, ogni giorno i cambi d’acqua sono spesso necessari. Mantenendo il fondo delle vasche vuote, sarà più facile togliere i detriti che cadono sul fondo piuttosto che utilizzare la ghiaia. Il filtro più utilizzato in un acquario per avannotti è un filtro a spugna. I filtri a spugna aiutano a pulire l’acqua, pur non mettendo gli avannotti a rischio di essere risucchiati nel tubo di aspirazione. Gli avannotti nati di recente possono essere molto sensibili alle variazioni di temperatura dell’acqua, quindi l’installazione di un riscaldatore contribuirà a mantenere la temperatura dell’acqua costante.

Ora che sapete le basi di allevamento dei pesci, si possono imparare le specifiche su diversi metodi di allevamento e di riproduzione. Ci sono cinque tipi principali di metodi di riproduzione utilizzati dai pesci (ce ne sono molti altri, ma questi cinque tendono ad essere i più comuni): Dispersione delle uova, substrato di deposizione delle uova, uova in bocca, e la costruzione di nido di bolle.

Alcuni metodi di riproduzione utilizzati dai pesci

Guppy show

Guppy show

Molte delle specie più comuni in genere consigliati per i principianti sono: Guppy, Molly, Portaspada, e platy. Le uova delle femmine sono fecondate internamente da un maschio e dopo che sono completamente formate, vengono rilasciate in acqua alla fine della gravidanza. Spesso è difficile dire quando avviene la fecondazione. In generale, il periodo gestazionale è dai 26 ai 42 giorni. Se si guarda lo sviluppo nella madre, spesso è possibile indovinare quando gli avannotti nasceranno perché il ventre della femmina diventerà scuro e sarà molto gonfia. Queste specie di pesci tendono ad essere molto facili da allevare. Non sono particolare difficili in termini di parametri dell’acqua o per ricreare il loro ambiente, ma gli avannotti hanno bisogno di una copertura sufficiente una volta che sono nati.

Le piante acquatiche possono essere di tipo galleggiante sulla superficie della vasca per fornire una piacevole copertura ideale per i loro gusti. Altre specie disperdono le uova in acquario sia su piante che sul substrato. Il maschio insegue la femmina per fecondare le uova mentre cadono sul substrato. Alcuni esempi comuni sono i tetra, barbus (Barbo), danio e le rasbore.

I genitori di queste specie in realtà non si preoccupano per gli avannotti quando le uova vengono sparse in giro per la vasca. Appena gli avannotti sono nati, devono fin da subito badare a se stessi. In realtà, molti genitori effettivamente mangiano le loro uova, quindi è una buona idea proteggerli il più possibile. In natura le uova sono spesso spazzate via dalla corrente dell’acqua, mentre in acquario, giacciono lì in attesa di essere mangiate.

Altre specie invece, cercano specifiche superfici come rocce, grotte, conchiglie, piante, o zone sabbiose per le loro uova o le seppelliscono. Mentre la femmina depone le uova, il maschio la segue e le feconda. Esempi comuni di questi pesci da deposizione sono il pesce gatto, alcuni ciclidi, e i killifish.

Ciclidi incubatori orali

Ciclidi incubatori orali

Altre specie di pesci come i Ciclidi, prendono le uova e gli avannotti in bocca per farli sviluppare per un periodo di tempo. La femmina depone le uova, il maschio le feconda, e la femmina raccoglie le uova fecondate in bocca. Poi incuba le uova in bocca per un certo periodo di tempo. Una volta che gli avannotti sono abbastanza grandi, la madre si ferma permettendo loro di entrare di nuovo nella sua bocca. È importante che la madre sia ben curata durante questo periodo. Dal momento che le uova sono in genere in bocca per 3 o 4 settimane, non potrà mangiare per un bel po ‘e diventerà debole e sottile. Pertanto, dovrebbe normalmente essere separata in una vasca da sola dove può covare gli avannotti. Hanno da una a due settimane per recuperare prima di essere reintrodotte nella vasca originale. Se lei è reintrodotta prima che ha riacquistato le sue forze, avrà un momento difficile, soprattutto se i maschi sono molto aggressivi. I Gourami e i betta, creano un nido di bolle sulla superficie dell’acqua per deporre le uova.

Il maschio costruisce il nido e si prende cura degli avannotti nella maggior parte dei casi. Tipicamente, la femmina e il maschio si accoppiano in superficie. La femmina poi fa cadere le uova e il maschio le raccogliere in bocca per metterle nel nido di bolle. E ‘generalmente una buona idea rimuovere la femmina una volta che il processo di accoppiamento è completo.

Dopo che le uova sono state collocate nel nido, possono cadere sul fondo occasionalmente. Il maschio le raccogliere per rimetterle nel nido.

Conclusioni

L’allevamento di pesci d’acqua dolce per un acquariofilo può essere divertente e affascinante come può essere affascinante osservare ogni specie con i loro singoli riti e metodi di riproduzione. Come nota a margine, ci si potrebbe chiedere che cosa fare con tutti gli avannotti. Alcune persone li vendono ma non aspettatevi di diventare ricchi. Vi sono moltissime altre cose da considerare e su cui informarsi sull’allevamento dei pesci d’acqua dolce, ma vi consigliamo di registrarvi e di partecipare sul nostro forum dove potrete trovare tutte le informazioni che state cercando.

Allevamento di pesci d’acqua dolce [Nozioni di base]
2.6 (52%) 5 votes