L’acquario del Salento

Sembra un caso, ma proprio nella serata del 30/01/2015, quando nel Salento era in atto una vera tempesta a regola d’arte, mentre lo scirocco stava sconvolgendo la costa ionica, sul lungomare di Santa Maria al Bagno, a Marina di Nardò, in provincia di Lecce, a pochi metri dal mare i cittadini stavano ammirando l’inaugurazione del nuovo Acquario del Salento.

acquario del salento

Nato da un progetto finanziato dall’UE e appoggiato dalle istituzioni del luogo, come l’Università del Salento, il Comune di Nardò e la Provincia di Lecce, fin dall’inizio ha rappresentato per la cittadinanza un grande valore aggiunto alla bellezza salentina, oltre ad essere un luogo in cui imparare nuove cose attraverso un’esperienza visiva unica al mondo.

Inserito in un vero e proprio borgo marinaro, Santa Maria al Bagno, ricrea perfettamente l’atmosfera marina in un paese meraviglioso.

L’acquario del Salento offre numerose opportunità di apprendimento anche per i più piccoli. Infatti, osservare la vita acquatica ha un ritmo diverso rispetto a quello dell’osservazione degli animali in uno zoo o in un safari. Ammirare le numerose specie acquatiche fa scatenare l’immaginazione di adulti e bambini.

Appena entrati nell’acquario, verrete avvolti da una musica dolce e pacata che vi rilasserà immediatamente, come una tecnica zen. Specialmente per i bambini irrequieti o per gli adulti molto ansiosi, fare una visita all’Acquario del Salento potrebbe essere un buon modo per rilassarsi e allo stesso tempo divertirsi imparando un sacco di cose nuove. Dopo le prime vasche di accoglienza, si può ammirare tutta una serie di vasche dedicate alle varie tipologie di pesci e specie marine.

Visitare il nuovissimo Acquario del Salento è un’ottima occasione per trascorrere una giornata in famiglia, di sicuro anche i vostri bambini saranno entusiasti. Per stimolare la fantasia e la curiosità dei più piccoli, sono stati progettati dei percorsi personalizzati, mirati ad aumentare il loro coinvolgimento attraverso l’osservazione delle varie specie animali, l’identificazione e l’apprendimento dei nomi. I colori e i suoni dell’acquario contribuiranno a creare un ambiente molto rilassante.

Man mano che andate avanti, le vasche cambiano colore diventando più scure, ma non si tratta di una scelta casuale. Infatti, questo contribuisce a simulare l’ambiente marino, come se stessimo andando sempre più in profondità.

acquario del salento 2

Per quanto al giorno d’oggi siamo in grado di trovare le immagini di qualsiasi tipo di animale su internet, l’esperienza che si può provare in un acquario come quello del Salento non è nemmeno paragonabile ad una foto: qui potrete toccare con mano una realtà sommersa, che altrimenti vi sarebbe impossibile ammirare. Guardando un video sugli animali non è possibile capire con precisione la dimensione, la proporzione o il comportamento dello stesso. Osservare un animale vero che si muove è un’esperienza unica e irripetibile.

I bambini si troveranno davanti ad una grande stimolazione visiva utile per il loro sviluppo cognitivo. Parlare di ciò che stanno vedendo e identificare gli animali li porterà ad apprendere nuovi termini e ad ampliare la loro conoscenza del mondo. Per i più piccoli, questo è il luogo ideale per sviluppare ulteriormente il vocabolario attraverso l’identificazione delle singole specie.

L’Acquario del Salento non è solo un museo, ma è anche un laboratorio di biologia marina che ospita una grande quantità di eventi e mostre per tutte le età per educare al rispetto della natura, del mare e dei suoi abitanti.
Oltre ad essere un percorso unico attraverso le varie specie di molluschi e pesci inseriti all’interno dell’ecosistema locale, il museo offre numerose attrattive come l’enorme vasca contenente una ricostruzione di una nave romana affondata con il suo carico di anfore da vino nel secondo secolo a.C., che unisce il fascino della storia all’infinità del mare.